Roma golosa 2017 – Un viaggio tra mercati di artigiani, degustazioni e show cooking!

Se ti è piaciuto, condividi!

 

Si è appena conclusa la tre giorni di Roma Golosa, la manifestazione gastronomica che ha riempito gli spazi della Guido Reni con le eccellenze enogastronomiche italiane.
La manifestazione è stata promossa da Gastronauta®  che oggi è una realtà consolidata nel panorama nazionale e che si avvale di un team di professionisti che, guidati dall’esperienza e dalla competenza di Davide Paolini, lavorano per ideare e creare manifestazioni enogastronomiche (tra cui Milano Golosa, Pitti Taste, Squisito!, Territori in Festival), eventi di promozione del cibo di qualità, opere editoriali, consulenze in ambito marketing territoriale. Per tutti e tre giorni lo sfondo di questo evento è stato rappresentato dal mercato degli artigiani, stand dove è stato possibile degustare e comprare ogni genere di prelibatezza, dagli olii ai vini, dai prodotti da forno ai lievitati, dai panettoni ai cioccolatini artigianali.

Abbiamo avuto così modo di conoscere tante nuove aziende che spiccano nel panorama nazionale e non solo anche grazie ai numerosi riconoscimenti ottenuti; ci siamo soffermati a parlare con i produttori curiosi di conoscere le storie dei diversi prodotti, il modo di produzione e lavorazione delle diverse aziende, la possibilità o meno di reperire i prodotti assaggiati attraverso shop on line. Ve ne citiamo alcune tra le diverse presenti:

-l’azienda Olivieri 1882 che da più di 130 anni lavora in modo artigianale impastando a mano e seguendo con pazienza ogni lievitazione per creare il vero panettone.  Gli ingredienti utilizzati sono super selezionati e si tramandano di generazione in generazione; noi abbiamo assaggiato un pezzo di panettone e ne siamo rimasti estasiati.

-l’azienda agricola Ramella che da oltre 50 anni è specializzata nella coltivazione del basilico che ha ottenuto il riconoscimento del prestigioso marchio comunitario D.O.P e che viene utilizzato per la produzione di un delizioso pesto.

-lo stand della Torta Pistocchi di Firenze presente sul territorio nazionale da oltre 25 anni che produce questa  torta anche in deliziose monoporzioni, nove sono i gusti tra cui poter scegliere. Noi abbiamo assaggiato un pezzettino di  quella classica ma avremmo voluto mangiarne una intera!

-l’azienda di Mario Fongo che tra i diversi prodotti ci ha fatto assaggiare  le cosiddette “lingue di suocera”: la famiglia Fongo è legata alla miglior tradizione panificatrice italiana. I prodotti sono di diversi tipi e adatti a soddisfare tutte le esigenze: grissini classici, integrali, al sesamo, al mais, senza strutto.

-l’antico Pastificio Morelli unico nel genere per l’utilizzo di un ingrediente segreto: il germe di grano che costituisce il cuore del chicco e contiene Vitamine e proteine vegetali oltre all’utilizzo delle migliori semole di grano duro.

-lo stand di Madagascar-l’origine del cioccolato, cioccolateria presente a Roma la cui filosofia richiama la famosa frase di Vittorio Gassman “La perfezione che c’è nell’imperfezione” in quanto ogni cioccolatino è unico, artigianale e imperfetto. All’assaggio il gusto della cioccolata unita al pistacchio è subito esploso in bocca e saremmo andati avanti nel mangiarne se non ci fossero stati  tantissimi altri stand.

-il pastificio Durante sito ad Urbania; da subito ciò che colpisce è il ricercato packaging destinato ad un pubblico gourmet ma che nello stesso tempo testimonia tutto l’impegno e la passione profusi per la realizzazione della pasta stessa.

– l’azienda Ciccolella con il suo pregiato olio extra vergine di oliva che ha ottenuto numerosi riconoscimenti; noi abbiamo assaggiato la varietà Coppadoro ottenuta solo  con l’utilizzo di olive Coratina caratterizzata dall’elevata qualità di polifenoli che la rendono adatta per bruschette o zuppe di legumi.

Visitare Roma Golosa ci ha anche dato la possibilità di assistere alle performance live di chef e pizzaioli d’eccellenza. Nella Sala Show Cooking di Roma Golosa si sono succeduti nomi di fama internazionale e abbiamo potuto cogliere piccoli segreti della gastronomia d’autore e piccole chicche da riproporre in cucina, in pasticceria o nella lievitazione.
Il primo giorno ha visto la presenza di Renato Bosco  (Saporè di San Martino Buon Albergo) che ha spiegato come creare, rinfrescare e mantenere la Pasta Madre Viva.
 
Renato Sapore e la sua pasta madre. Ph. by Gastronauta

Sempre nell’ambito della panificazione, Sara Papa per Molino Quaglia ci ha parlato dell’importanza del pane e ci ha insegnato come produrre un pane privo di glutine senza tuttavia rinunciare al gusto.

Grande attesa poi per lo show cooking di Heinz Beck (La Pergola di Roma) che ha deciso di rievocare l’atmosfera natalizia dei mercatini di Piazza Navona rivisitando in chiave gourmet i dolcetti tipici amati dai bimbi e proponendo dello zucchero filato al castagneto, polenta al gusto di panettone, verdure marinate ai profumi di frutta con cioccolato e champagne per bambini.

 

Heinz Beck de la Pergola. Ph. by Gastronauta

 

A seguire Alfredo Colangelo per Birra del Borgo che ha parlato di un nuovo concetto di birra sottolineando l’importanza di ripensare gli ingredienti, i lieviti, accorciare le distanze col mondo del vino e utilizzare contenitori insoliti.

 

Alfredo Colangelo di Birra del Borgo. Ph. by Gastronauta

 

Ultimo show cooking della prima giornata ha visto come protagonista Cristina Bowerman (Glass Hostaria e Romeo di Roma) che ha presentato un piatto davvero insolito che unisce, attraverso la tecnica di cottura, due grandi classici della cucina italiana: la pasta e il risotto. Il nome del piatto che ha cucinato sotto i nostri occhi è “Orzotto come risotto cacio, pepe, ricci, caffè e tartufo”.

 

Le creazioni di Cristina Bowerman. Ph. by Gastronauta

 

La seconda giornata è cominciata con la pizza fritta di Franco Pepe (Pepe in Grani di Caiazzo (CE) e La Filiale di Erbusco (BS) ) che ci ha presentato una versione gustosissima con mortadella, pistacchi, limone e ricotta di bufala a sottolineare come anche un fritto bene eseguito possa entrare in un percorso gastronomico.

 

Pizza fritta di Franco Pepe. Ph. by Gastronauta

 

A seguire un nuovo show cooking stellato con il giovane chef Luciano Monosilio del ristorante Pipero Roma che ha preparato dei tortelli ripieni di agnello con menta e spuma di pecorino bruciata.

 

Le creazioni del Pipero a Roma. Ph. by Gastronauta

 

I Fratelli Alessandro e Pier Luigi Roscioli  (Roscioli di Roma) hanno poi incentrato la nostra attenzione su uno dei dolci tipici di Roma: il maritozzo presentando sia la versione classica dolce con panna e sia tre innovative ricette in versione salata. Un tripudio di golosità per il palato.

 

Il Maritozzo dei fratelli Roscioli. Ph. by Gastronauta

 

Fulvio Pierangelini ci ha poi dato degli spunti davvero interessanti su come utilizzare il panettone avanzato dalle feste natalizie mostrandoci come spesso con i cosiddetti “avanzi” sia possibile realizzare piatti d’alta cucina.

 

Fulvio Pierangelini e il suo panettone avanzato. Ph. by Gastronauta

 

La giornata di lunedì ha invece visto Giuseppe Lo Iudice e Alessandro Miocchi di Retrobottega preparare una delle loro specialità, il piccione ripieno delle proprie interiora trasformate in terrina e condito con castagne e tartufo.

 

Preparazione del piccione ripieno. Ph. by Gastronauta

 

Abbiamo poi assistito ad una sfida tra 4 foodblogger per la ricetta “Panino goloso-Christmas 2017”; Luca Sessa, Fedora D’Orazio, Marco Ricci e Laura Conforti hanno avuto a disposizione per la realizzazione della loro ricetta gli ingredienti delle diverse botteghe artigiane della manifestazione e hanno così realizzato dei deliziosi panini gourmet!

 

Foodblogger. Ph. by Gastronauta

Non solo showcooking  a Roma Golosa, ma anche tanti altri eventi quali la presentazione del libro “La cucina delle feste” di Gianfranco Vissani, la premiazione di 50 trattorie, 20 botteghe del gusto, 20 enoteche e 10 gelaterie di Roma e provincia a cura de La Pecora Nera, la presentazione della nuova applicazione a cura di Puntarella Rossa.
 
Un grande rigraziamento agli organizzatori della manifestazione che ci hanno consentito di vivere questo meraviglioso evento!

Lascia un commento