Lago-di-Dobbiaco

Il nostro viaggio in Trentino attraverso i laghi

Se ti è piaciuto, condividi!

Eccoci tornati a Roma dopo i meravigliosi 4 giorni trascorsi a Falzes vicino Brunico. Mentre il mio cookino ama la montagna e ci è stato innumerevoli volte, per me era la prima volta in montagna d’inverno.

Non sapevo cosa mi aspettasse anche perché scesi alla stazione di Bolzano non c’era alcuna traccia della neve. Pieni di bagagli ci siamo diretti all’aereoporto per noleggiare la macchina e subito dopo ci siamo incamminati verso Falzes.

Ed ecco che durante il nostro viaggio, il paesaggio è cambiato di colpo e io sono rimasta a bocca aperta; lo spettacolo dinnanzi ai miei occhi  è stato indescrivile, distese di pini innevati oltre che neve dovunque, così tanta da sembrare una soffice schiuma.

Ci eravamo ripromessi per questo viaggio di visitare gli stessi laghi di questa estate per poterli vedere sotto una nuova luce e così è stato.

Il primo lago verso il quale ci siamo diretti la mattina seguente è stato il bellissimo lago di Braies. Abbiamo avuto non poche difficoltà per raggiungerlo dato che a un km dall’arrivo la nostra macchina ha iniziato a slittare.

Fortuna che non eravamo soli ma come noi altre 4 macchine erano ferme per slittamenti; abbiamo pensato subito di montare le catene. Peccato che montarle non è così facile come uno possa credere!!!!!

E così sotto la neve e il freddo, aiutandoci a vicenda siamo riusciti a montarle e a ripartire con destinazione Braies; il vedere la disponibilità degli altri ad aiutarci, nonostante le condizioni termiche avverse, mi ha emozionata non poco.

Giunti al lago, siamo rimasti senza parole; il lago era completamente sommerso dalla neve e quasi faticavamo a riconoscerlo dopo averlo visitato quest’estate in tutta la sua bellezza.

Lago-di-Braies

In alcuni punti sono state create delle piccole piste per sciare; per il resto era strano pensare di stare camminando dove in estate invece remavamo sulla nostra barchetta.

Dopo aver scattato un po’ di foto e sopraffatti dal freddo, abbiamo deciso di mangiare qualcosa nel punto di ristoro lì vicino per poi dirigerci al lago di Dobbiaco.

E qui non abbiamo potuto altro che stupirci per tutto il tempo: il lago di Dobbiaco non era ghiacciato per cui dinnanzi a noi abbiamo visto lo scenario più magico che ci potesse essere. Le montagne ricoperte di neve, il lago e i cigni con un timido raggio di sole che si affacciava dietro le nuvole : che emozione! Credo che lì abbiamo lasciato proprio un pezzo del nostro cuoricino.

Lago-di-Dobbiaco

Il giorno dopo, invece, ci siamo diretti verso il lago di Carezza a cui si accede con una ripida discesa. Ovviamente era tutto ghiacciato e mentre cookino è arrivato giù in men che non si dica io non riuscivo a reggermi in piedi (scenda davvero divertente) e così ho iniziato a scivolare da seduta. Anche Carezza era completamente innevato e lo scenario paradisiaco di questa estate era completamente trasformato dal folto manto di neve.

Questi sono i laghi che abbiamo deciso di vedere nel nostro piccolo tour invernale in Trentino; più avanti vi descriveremo le cittadine viste. Che dire: la neve è magica e siamo rientrati a Roma col cuore colmo di emozione!!!

Lago-di-Dobbiaco

Lascia un commento