Ravello

Fuga d’amore in costiera per un giorno – Ravello e Amalfi

Se ti è piaciuto, condividi!

Per quanto io sia vissuta ad Avellino per 27 anni, non avevo mai metabolizzato l’idea di quanto la costiera fosse vicina. E così in un week end avellinese ci viene una fantastica idea..”perchè domattina non ci concediamo una scappatella in Costiera?” L’avevamo già vista lo scorso anno in un tour più lungo ma non vedevamo l’ora di tornare.

Per noi Ravello rimane tra le più belle località della costiera ed è proprio qui che ci siamo diretti dopo una lauta colazione ad Avellino. Tempo un’oretta e abbiamo parcheggiato in uno dei due parcheggi situato a pochi metri dalla piazza principale. Non appena arrivati in piazza, abbiamo sorseggiato un ottimo caffè prima di dirigerci verso Villa Cimbrone.

L’ingresso costa 7 euro a persona ma li vale tutti e forse la bellezza di questo posto non può essere descritta a parole ma va goduta appieno di persona.

Ciò che più ti rimane nel cuore è il belvedere della villa, la Terrazza dell’Infinito che è delineata  da una serie di busti marmorei che, nelle giornate limpide, si evidenziano a contrasto col cielo celeste retrostante e con le acque azzurre del Mediterraneo sottostante.

La prima volta che ci siamo affacciati siamo rimasti completamente senza parole e non meno la seconda volta;  la vista è di ampio respiro e saremmo rimasti  lì per ore semplicemente persi nell’indescrivibile bellezza della natura.

Ravello

Abbiamo poi proseguito la nostra passeggiata attraverso i giardini soffermandoci presso la  Terrazza delle Rose e poi presso la “ Tea Room” (Stanza del Tè), un giardino rettangolare accanto al giardino delle rose che comprende un gazebo in stile moresco, quattro colonne dell’era Romana, e alcune sculture meravigliose.

Abbiamo lasciato il cuore in questa meravigliosa villa e poi ci siamo diretti per pranzo in un posticino davvero carino scoperto l’anno scorso per caso dove abbiamo mangiato dei deliziosi spaghetti con colatura di alici sul bellissimo terrazzino con sottofondo le canzoni di grandi artisti quali Pino Daniele e Francesco De Gregori.

Ravello

Se il paradiso esiste, forse Ravello ci va molto vicina per l’atmosfera che si respira.

Carichi e felici dopo Ravello ci siamo diretti ad Amalfi, altra meta imperdibile per un giro in costiera. Qualora non trovaste parcheggio al centro, a 500 metri c’è il parcheggio sotteraneo “luna rossa” che grazie ad una galleria  porta direttamente nella piazzetta retrostante il duomo.

Imperdibile un break dolce alla pasticceria storica Pansa che ci ha letteralmente stregato con i suoi pasticciotti ripieni di crema al cioccolato. Se invece avete voglia di qualcosa di rinfrescante allora non potete non assaggiare i buonissimi sorbetti, granite o frullati di A’ sciulia,  un localino davvero caratteristico con cassette di agrumi profumati all’entrata e vicinissimo al Duomo. Qui abbiamo preso un frullato di frutta fresca con un tocco magico: un pò di granita di limone..e abbiamo assaggiato il gelato fatto con le bucce di limone..che dire..delizioso!

Amalfi

Ci siamo poi diretti al Duomo per visitarlo; sappiate che fuori dall’orario delle cerimonie religiose l’ingresso costa 3 euro a persona ma anche in questo caso vale la pena spenderli.

C’è dapprima un piccolo chiostro denominato Chiostro del Paradiso e poi si accede alla Cattedrale maestosa, davvero bella e imponente. Siamo stati fortunati perchè di lì a poco si sarebbe svolto un matrimonio e quindi abbiamo avuto modo di vedere la cattedrale in una luce ancora più bella!

Amalfi

Abbiamo poi passeggiato per i tipici vicoli amalfitani prima di rientrare ad Avellino. Per noi la costiera in due parole è  colore ed allegria..uno spettacolo da vedere e rivedere nel corso degli anni…

Lascia un commento