Budapest

Budapest – tre giorni in una città magica e romantica

Se ti è piaciuto, condividi!

Budapest è stata una città che ci è rimasta nel cuore sin dalla prima volta che ci siamo stati; era inverno, temperatura meno sette, forse troppo fredda per noi per viverla a pieno ma comunque meravigliosa. Ed è proprio così che poco tempo fa abbiamo deciso di ritornarci per poterla visitare al meglio con una temperatura più mite. Siamo appena tornati con una grande tristezza nel cuore sarà perché Budapest è magica, sarà perché è stato uno dei primi viaggi fatti insieme.
Abbiamo scelto di soggiornare nella stessa struttura della volta precedente a pochi metri dal Parlamento che per noi risulta una scelta strategica per un soggiorno a Budapest dato la fermata vicinissima del tram 2 che collega i principali punti di interesse della città.
Vi lasciamo il nostro itinerario che si snoda su circa due giorni e mezzo.

Budapest

 

Arriviamo a Budapest verso le 17 di un caldo e assolato venerdì, una sorpresa non da poco visto che a Roma imperversa il brutto tempo; basta questo per far cominciare la vacanza con il piede giusto ai due cookini che da parecchi mesi non vedevano l’ora di tornare in questa bellissima città! Appena scesi dall’aereo ci imbarchiamo in uno dei numerosi taxy che si trovano appena fuori dal terminal e che in appena 25 minuti ci porta nel nostro hotel; decidiamo di svolgere rapidamente le pratiche del check-in per goderci sin da subito la città senza perdere troppo tempo!
Il primo luogo che decidiamo di visitare è per noi un posto davvero speciale: si chiama Molnar’s ed è una pasticceria situata nella zona di Belvaros; e non vi nascondiamo che noi ci siamo particolarmente affezionati! Il perchè della nostra visita da Molnar’s è presto detto: questi ragazzi producono un buonissimo dolce tipico dell’est europa di cui noi siamo pazzi, si chiama KurtosKalacs e se non lo avete mai provato o non sapete di cosa stiamo parlando, dovete immediatamente fare un salto a Budapest per scoprirlo! Noi lo abbiamo scoperto durante il nostro primo viaggio a Budapest, quando sopraffatti dal freddo abbiamo trovato ristoro nel buonissimo Kurtos che ha riscaldato i nostri cuori! Da quel momento non ne abbiamo più potuto fare a meno; viene prodotto in molti gusti diversi ma ha sempre la forma di una ciminiera ricoperta di zucchero caramellato! Una vera prelibatezza per tutti i golosoni come noi!
Finito il nostro amato Kurtos decidiamo di fare una passeggiata lungo il Danubio per tornare verso il nostro hotel; è proprio il momento del tramonto e il sole ancora caldo, si riflette sull’acqua di questo maestoso fiume e sulle guglie dei tetti di Budapest, impossibile non innamorarsi di questi paesaggi così magici!

Budapest

Dopo una riposante notte nella nostra suite, siamo pronti e carichi per una nuova giornata alla scoperta di Budapest; prima tappa della mattina è per noi il Ponte delle Catene!
Questo meraviglioso ponte, costruito nel 1849, ha il privilegio di aver unito nel 1873 le due città distinte di Buda e Pest, che fino a quell’anno erano collegate unicamente da un ponte a chiatte che veniva però dismesso alla fine della stagione estiva! Dal ponte si gode di una meravigliosa vista sul Danubio e su entrambi i lati della città, il nostro consiglio è infatti quello di percorrerlo a piedi e godere così della splendida vista che offre!

 

Budapest
Una volta attraversato il Ponte delle Catene decidiamo di risalire la collina del castello con l’ausilio dell’autobus n°16 che ci porta alla base dell’antica fortificazione! Se però non volete prendere i mezzi pubblici è possibile utilizzare la bellissima funicolare che vi porterà direttamente in cima al distretto del castello! Giunti in cima decidiamo di andare a visitare il castello che per molti secoli ha rappresentato il centro del potere dei reali ungheresi; la costruzione di questa immensa struttura in stile tardo gotico e barocco risale al 1410 e ad oggi ha subito innumerevoli modifiche che lo hanno portato al suo stato attuale!

Dopo aver ammirato il castello in tutto il suo splendore decidiamo di dirigerci verso la chiesa di Mattia e il Bastione dei Pescatori; da qui potrete godere di uno dei panorami più belli e suggestivi di Budapest, la città si apre ai vostri piedi in tutta la sua bellezza, non ce ne saremmo mai andati da qui! Per noi purtroppo si sta facendo tardi e così, scattati gli ultimi selfie, decidiamo di tornare nei pressi del Parlamento dove ci attende il tram n°6 che ci porterà alla scoperta della prossima meta del nostro viaggio: l’Isola Margherita!

Cuore verde pulsante, incastonata al centro delle acque del Danubio, si trova l’isola Margherita che con la sua lunghezza di oltre 2.5 km è un vero parco gigantesco, molto affollato nei mesi estivi, e che tuttavia offre molte attrazioni! Decidiamo di partire alla scoperta dell’isola dotati di una piccola moto elettrica che ci ha permesso di scoprire alcune zone meravigliose nascoste all’interno del parco: tra queste ci siamo innamorati del piccolo ma curatissimo giardino giapponese che potrete trovare nella zona nord, piante acquatiche e stagni caratterizzano questo piccolo angolo di paradiso! Mentre girovaghiamo per l’isola non possiamo che ammirare la cura che ha il popolo ungherese per questo bellissimo parco che è a tutti gli effetti un piccolo angolo di paradisco in cui rifugiarsi nei caldi mesi estivi, rilassandosi su uno dei grandi pratoni fioriti o rinfrescandosi nelle terme all’aperto!
Prima di lasciare la bellissima isola decidiamo di concederci una piccola pausa rilassante di fronte alla grande fontana musicale; ogni due ore i numerosi ugelli si attivano insieme ad una bellissima colonna sonora dando il via ad uno spettacolo incredibile che ci ha davvero lasciato senza parole!
L’indomani il sole splende ancora alto su Budapest e così, dopo una rapida colazione in albergo ci dirigiamo verso la Citadella di Budapest! Questo bastione fortificato costruito nel 1851 sopra la collina Gellert a difesa della città ha perso ormai la sua funziona militare, trasformandosi in un incredibile punto di osservazione sopraelevato da cui ammirare la bellezza della capitale ungherese! Da qui infatti abbiamo scattato moltissime foto, estasiati dal panorama che si apriva di fronte ai nostri occhi, complice il bel tempo il nostro sguardo poteva spaziare, fin’oltre i confini della città! Se amate i panoramie le viste spettacolari non potete perdervi la Citadella!

Budapest-Citadella

Una volta tornati in “bassa quota” decidiamo di andare a visitare la Grande Sinagoga, principale luogo di culto di Budapest questo edificio è la sinagoga più grande d’Europa e la 4° più grande del mondo, merita quindi indubbiamente una visita durante la quale possiamo ammirare le numerose decorazioni che ne abbelliscono le pareti e tutta l’architettura in generale!
Una volta fuori dalla sinagoga ci lasciamo trasportare dai nostri piedi fino nei vicoli del quartiere ebraico, qui si trovano numerosi localini, uno più caratteristico dell’altro! Vi consigliamo di entrare anche solo per un caffè e godere così di questi luoghi autentici e caratteristici!
Questa è per noi l’ultima sera a Budapest e decidiamo così di passeggiare lungo il Danubio al tramonto e trascorrere qualche ora in un’atmosfera romantica che solo Budapest sa trasmetterci!
L’indomani è il giorno della partenza e decidiamo di trascorrere le ultime ore prima del volo nel bellissimo parchetto Szabadsag, qui ci lasciamo avvolgere dalle architetture in stile art nouveau che contornano il parco, una serie di bellissimi edifici che vale davvero la pena ammirare!
Ci concediamo un ultimo smoothie sotto al caldo sole ungherese e ci avviamo verso l’aereoporto, un pò tristi per il rientro ma ancora più innamorati di questa splendida città!
Alla prossima!

Lascia un commento